Breaking News
Home » Breaking News » Bettona, morto nel sonno il figlio del campione Vujevic, oggi i funerali
Bettona, morto nel sonno il figlio del campione Vujevic, oggi i funerali

Bettona, morto nel sonno il figlio del campione Vujevic, oggi i funerali

(umbriajournal.com) BETTONA – Goran Vujevic, il bomber della Sir Safety Banca di Mantignana, non ha detto niente ai compagni della morte del figlio, ha tenuto tutto il dolore dentro per non rovinare la festa della vittoria nella prima partita del campionato. Un dolore solitario che, però, l’ha spinto ad andarsene appena arrivato a Perugia, quasi senza salutare nessuno.
Suo figlio Stefan, il suo primogenito di appena 5 anni, era stato trovato morto nel sonno nella casa della sua famiglia a Bettona. Una morte dovuta, con ogni probabilità, ad una malformazione cardiaca per la quale il bambino era seguito da tempo.
“La telefonata – ha detto Gino Sirci, presidente della squadra – gli è arrivata quando eravamo in viaggio da Cuneo verso Perugia. Dopo si è mostrato stranamente silenzioso, forse un po’ cupo. Non ha detto niente ai compagni e agli allenatori perché non voleva rovinare il clima di festa del dopo-partita. Anche in questo Goran si è dimostrato, per l’ennesima volta, il grandissimo campione che è”.
La notizia della morte del piccolo Stefan ha sconvolto tutto lo staff della Sir Safety. A partire proprio dal suo presidente che quel bimbo di cinque anni lo conosceva bene perché era sempre vicino al suo grande papà.
“Stefan era eccezionale. Non avremmo mai pensato – aggiunge Sirci – che avesse questo tristissimo destino. Era un bambino bellissimo, molto maturo per la sua età. Già parlava due lingue: il serbo (lingua natale di suo padre) e l’italiano”.
Ma quello che più colpiva del piccolo, così somigliante al papà-campione Goran, era proprio la sua vitalità. “Dire che era un bambino vivace è riduttivo. Era un ragazzino che rappresentava in pieno quello che si definisce gioia di vivere. Parlava con tutti, scherzava e giocava con chiunque gli si avvicinasse”. “Sapeva instaurare con gli adulti – continua il presidente della Sir Safety – un dialogo vero, fatto di domande intelligenti e anche molto acute. Poi era legatissimo al padre e veniva sempre con lui a qualsiasi appuntamento con la squadra e la famiglia. Sentiremo molto la mancanza di Stefan”.
La squadra, ora, si stringe forte attorno a Goran Vujevic, a sua moglie Francesca e ai due figli della coppia, un maschietto di tre e una femminuccia di un anno. Oggi tutto lo staff della Sir Safety sarà presente a Bettona, paese in cui abitano, per stargli vicino in occasione dei funerali del piccolo Stefan che saranno celebrati alle 15 nella chiesa parrocchiale.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>